2016, L’ALBA DEL NUOVO GIORNO

alba

Avrei voluto scrivere ieri, ma come si fa a scrivere se quanto si sente arriva ovattato e non del tutto comprensibile?

Io non sono così, piuttosto evito, non serve riempire di parole uno spazio tanto per fare, io preferisco aspettare un pochetto e lasciare che i suoni, le visioni, le percezioni diventino nitide così da poter dare la giusta vibrazione alla parola scritta affinché arrivi là dove io miro… questo è l’intento.

Questi ultimi mesi sono stati davvero forti, tra gli alti e i bassi della vita ho visto molte cose, persone andare, altre venire, notizie sconvolgenti, cambiamenti radicali.

Ho visto il dispiegarsi del nuovo mondo, cosa che ancora non è palpabile ma di cui davvero tanto percepisco la vibrazione, dunque dentro di me porto l’assoluta certezza del fatto che se lo sento poco manca affinché si manifesti anche fuori di me, questo mi consente di vedere la realtà esteriore da una prospettiva diversa e di attraversare questi giorni con turbolenze, ma anche con la serenità nel Cuore che tutto si dispiega davanti a me per il meglio.

Il resto è solo un contorno.

Siamo qui, tutti quanti qui, allo stato attuale delle cose alla mezzanotte salutiamo definitivamente il 2015, lasciamo momenti forti, destabilizzanti, euforici, tristi, flemmatici e di piena tribolazione per molti aspetti, ma se ci fermiamo un attimo ad osservare, scopriamo che tutto questo ha fatto sì che ora non percepiamo più la realtà come prima, tutto ha acquisito colori e sfumature nuove, siamo diversi noi e non solo.

Inoltre è subentrata una serena consapevolezza, dentro sappiamo che molte cose ancora cambieranno, ma adesso non sentiamo il fremito della fretta, no, anzi, sappiamo che tutto fluirà, anche attraverso delle tempeste, ma fluirà, una consapevolezza profonda che porta all’abbandono, la voglia di controllare ogni cosa va scemando e seppur in apparenza le cose si muovano lente è pur vero che non si fermano… ma questo non è che l’inizio…

Un anno intenso il 2015 dunque, di quelli che non torneranno più, ma che non dimenticheremo mai perché hanno preparato il terreno per l’anno che verrà, il 2016.

Adesso, da qui, sappiamo quali spazi utilizzare per poter seminare, quali torri, ormai irreparabilmente danneggiate, sono destinate a crollare, quali circostanze si manifesteranno per completare il ciclo che formerà in noi il nuovo abitante di questo meraviglioso pianeta. Insomma, arrivati qua è come se ci avessero dato una piantina dal quale abbiamo possibilità di vedere quali sentieri percorrere per raggiungere il tesoro, quali ostacoli superare per avvicinarci alla meta, quali prove ancora affrontare per sentire dentro, profondamente, di meritare quel prezioso posto. Una bella panoramica dunque, quindi no, non è stato poi così male questo anno, faticoso sì, ma lo ha fatto per il nostro bene.

Tutto insegna, tutto serve.

Il 2016 segna l’alba del nuovo giorno, quel prezioso momento in cui tutto finalmente prende forma e consistenza.

Gennaio, Febbraio, Marzo avranno qualche turbolenza, nel mese di marzo l’uragano arriverà e molte torri crolleranno creando ulteriori spazi vuoti, una forte rivelazione modificherà finalmente la percezione della realtà.

Aprile, Maggio, Giugno sarà improntato sul nuovo. Nuove scoperte, cure, invenzioni, idee, progetti faranno congedare definitivamente ogni cosa vecchia e avvizzita spazzando via anche l’ultima foglia secca.

Luglio, Agosto, Settembre  porta compimento, si manifesta la realizzazione, ogni cosa troverà collocazione e senso, una grande ruota nuova comincerà a girare creando le basi concrete del Nuovo Mondo, ecco che si palesa e diventa palpabile. Ecco il Diamante.

Ottobre, Novembre e Dicembre infine saranno mesi di grande evoluzione, molto non avrà più bisogno di “tempi di realizzazione”, questo amplificherà ancor di più la forza dell’essere umano e di Madre Terra, giungeremo alla fine con una nuova consapevolezza, nuove conoscenze, nuove energie.

Ecco dunque come si prospetta il 2016, un anno da vivere appieno tra qualche curva e qualche salita, tra uragani e crolli, ne usciremo molto spettinati sì, ma anche completamente diversi.

Buon 2016 Fiamme!

Siate Luce!

Stefania Ricceri

COLEI CHE VIENE A NOI DANDO INIZIO ALL’EPOCA DIAMANTE

donna sole

Un susseguirsi di eventi mi hanno condotto a Lei, tanti sono stati i segni che mi hanno parlato di Lei e tante le visioni.

Ogni piccola sfumatura ha trovato senso…

È bellissima

Cammina scalza nel deserto, indossa una veste bianca, mi viene incontro.

 

Lo sguardo è profondo, infinito, emana grande energia, conoscenza, saggezza.

Intorno a Lei vedo colori brillanti, al centro di questi il bianco risplende.

Una bocca ben definita, sorride, trasmette Pace.
Lei tra le mani ha un Diamante.
Non pronuncia alcuna parola, non serve.
Arrivata a pochi passi da me si ferma.
ORA E’ QUI
Conserva il Diamante  in un luogo sicuro, non nel sottosuolo, sulla terra.
Questo consente al Diamante di assorbire l’energia del sole e trasmettertela alla terra,
sprigiona inoltre il suo potere nell’atmosfera e ognuno ne coglie la potenza.
 

Tutti assorbono la sua Luce.

Lei lo custodirà e porterà la voce
della Forza
della Speranza
dell’Ordine
dell’Equilibrio
dell’Armonia
della Pace
dell’Amore
Chi è Lei?

Lei è l’aspetto femminile dell’ energia Divina.

Colei che viene a noi per manifestare il Nuovo Mondo dando così inizio all’epoca Diamante

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

IL PONTE E’ PRONTO. IL PIANO SI COMPIE NELLA SUA MASSIMA MANIFESTAZIONE

compimento

Che questo momento così forte e intenso sia per tutti fonte di sprono per poter iniziare davvero a vedere con gli occhi del Cuore, che induca ognuno a lasciarsi travolgere dall’esplosione dei sensi e realizzi così, nel fluire di questa corrente travolgente, il meglio per ognuno di noi.

Il Ponte è pronto.

 Ora venite con me, voglio raccontarvi come stanno per dispiegarsi gli eventi…

Era il 4 Dicembre quando ho parlato del potente Portale che si sarebbe aperto il 12 Dicembre 2015, una visione forte, eccola:

Mi trovo in una caverna, nelle viscere della terra, davanti a me una grande sfera di luce densa pulsa, attraversata in verticale da un solco profondo e in orizzontale, sulla superficie,  contornata da sette meccanismi, sono di materiale molto robusto, dorato, incisi alcuni simboli che non riconosco. Questi girano su se stessi, poi uno alla volta si fermano sulla linea verticale della sfera segnata dal solco facendo uscire una linguetta che si incastra in esso. Si bloccano sei meccanismi, il settimo continua a girare come se attendesse con pazienza il suo momento.
Ora mi trovo ai piedi della Sacra di San Michele, meravigliosa e imponente.
Dal cielo un fulmine la colpisce e questa si apre in due creando un’ampia voragine al centro dal quale emerge poi la grande sfera vista in precedenza.
Il settimo meccanismo rallenta la sua corsa intorno alla sfera e nel frattempo il cielo prende varie sfumature, dall’azzurro passa al giallo, al rosa, muta poi al porpora e da lì passa al rosso fuoco, l’arancio e raggiunge il verde, che infine si tramuta in indaco.
Dal raggiungimento dell’indaco nel cielo, l’ultimo meccanismo si ferma a poca distanza dal solco. La sfera comincia così ad illuminarsi e scaldarsi e da lì ecco il meccanismo fare l’ultimo scatto e incastrarsi facendo fuoriuscire la sua linguetta.
La sfera comincia a girare, prima piano poi a velocità molto elevata per fermarsi di colpo e aprirsi in due.
Viene fuori un ponte che si ramifica in ogni regione e collega ogni nazione annullando razza e distanza, debellando meschinità e oscenità, rivelando inganni e falsità, facendo crollare imponenti torri costruite su basi di sabbie mobili molli e vischiose.
Una ad una crollano e il ponte procede la sua formazione toccando ogni punto focale del pianeta. Una volta completato tutto si ferma e dal cielo si manifesta una grande luce, il ponte si abbassa fino al contatto con il suolo e rigenera la terra intaccata dalla mano malata dell’uomo.
Un nuovo Cuore ora pulsa al suo interno ed è un grosso DIAMANTE che attraverso i suoi riflessi introduce nuova energia vitale collegato al grande sole.

Da questo il palesarsi del NUOVO MONDO e del NUOVO ESSERE che lo abita.

Da ieri va così…

La Sacra di San Michele spaccata in due, vedo una forte luce, emerge la grande sfera luminosa, pulsante e densa anch’essa si spacca a metà e nuovamente si forma il ponte ramificato, rapido  avvolge l’intero pianeta. La sua forza abbatte le torri e crea grande polvere.

Dalla nube di polvere, possente e luminoso, il Ponte si vede comunque, grande silenzio, grande senso di pace e liberazione.

Questa volta però il ponte non si abbassa verso il suolo, molte persone prendono a camminarci sopra e da lì iniziano a vedere tutto in modo diverso.

Il panorama mostra desolazione e distruzione, il suolo è ricoperto di macerie, tutto ciò che era conservato dentro ogni torre ora si vede chiaramente…

Nel prendere consapevolezza ogni individuo sente dentro una spinta crescente a costruire, creare, fare le cose per bene.

Una grande luce si espande e il Ponte riprende a muoversi congiungendosi così con il suolo sanando la terra, debellando le macerie e offrendo ogni strumento per creare.

Io credo nella perfezione, io credo che tutto è preciso e nulla lasciato al caso, io credo, sento, altro non mi serve.

Più volte ho detto che non conosco la numerologia, l’astrologia, lo studio del sole, insomma, non conosco tante cose, ma i Tarocchi, loro si, li conosco bene, oltre  alla visione mi è naturale trovare connotazione significativa in loro avendo modo di cogliere messaggi importanti che, uniti a ciò che vedo, danno conferma oltre che risposta.

Questa mattina, come sempre, con Maria Rosaria Iuliucci, Cammina nel Sole, si parlava di questo momento, della sua forza e di quanto tutto ciò significhi per noi, le racconto di quanto ho visto riguardo il Ponte e lei mi fa notare l’orario in cui la Luna del 25 Dicembre diventerà piena, ovvero alle ore 12, 11 minuti e 57 secondi, ne ha parlato infatti questa mattina nel suo articolo che potete trovare qui e che ovviamente vi invito a leggere.

12, 11, 57

La somma di questi è 17… meraviglioso numero!

L’Arcano numero 17 è “Le Stelle”, rappresenta la Speranza, e dice proprio così:

“La Speranza che è nel mondo promette il futuro” 

Questa carta è riferita alla speranza che l’uomo deve sempre portare con sé anche nei momenti peggiori della sua vita. Racconta di raggiungimento, buona sorte, fede… Invita a procedere indicando una via fatta di Luce.

Poi ecco la somma di 17, ovvero 8

L’Arcano numero 8 è “La Giustizia”, rappresenta l’Equilibrio e dice:

“L’equilibrio nel guardare alle cose del mondo segue il destino”

Nella mano sinistra tiene una bilancia d’oro perché rappresenta la legge divina, simboleggia che ogni azione dev’essere equilibrata da un’attrazione di segno contrario. E’ lo strumento riparatore degli errori commessi. Nella mano destra regge una spada poiché nessuna violazione può rimanere impunita.

Per me questo ha grande importanza, un messaggio forte, ritengo inoltre che sia preludio di quanto accadrà nel corso di tutto il 2016.

Il tempo prenderà a scorrere veloce, molto di forte accadrà, vedremo davvero grandi crolli, ma al contempo grandi rinascite, sarà tutto un veloce susseguirsi di eventi che non daranno modo di fermarsi un attimo a prendere fiato, tutto si verificherà così in fretta che nemmeno ci renderemo conto.

Il 2016 è dunque l’anno del compimento, di pari passo si muoverà la distruzione e la nascita, questo perché ora la Luce ha preso il sopravvento e illumina ogni cosa, anche l’ombra più oscura, quindi debella e riorganizza, distrugge e rivitalizza, toglie e dona… tutto contemporaneamente.

Il Ponte è pronto, tutto è perfetto, ogni cosa volge all’equilibro.

Buon Natale Fiamme!

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

 

LA RIVELAZIONE CONDUCE AL CAMBIAMENTO E ALLA REALIZZAZIONE

rivelazione

È nelle piccole cose che si trovano grandi risposte.

Osservare il dispiegarsi degli eventi porta alla comprensione,

andando alla radice poi si coglie il sapore del grande mutamento che non chiede azione,

solo osservazione,

il resto si srotolerà da se.

Non intendo parlare del solstizio, ritengo che  la rete sia già colma di informazioni in merito, non c’è dubbio, questi giorni sono colmi di vibrazione e queste specifiche occasioni ne accentuano l’energia, desidero andare oltre, entrare dentro il grande cambiamento, osservare da là ciò che sta accadendo in ognuno di noi, interiormente ed esteriormente.

Si sta verificando qualcosa di meraviglioso, mentre ogni istituzione ormai al collasso compie gli ultimi tremolanti e avvizziti passi, molti individui cominciano davvero a guardarsi intorno, prendono coscienza di molte cose pur non essendo necessariamente consapevoli di quanto stia succedendo, molti ancora non si sono accorti di essere nel nuovo mondo, eppure qualcosa dentro è scattato e se ancora non fanno cose diverse cominciano a desiderare di farle, sentire di farle, progettare concretamente di farle.

Questo metaforicamente è

“PIANTARE UN SEME”

Non solo, ci si accorge sempre più di quanto il tempo sembra scorrere velocemente, di quanto poco passi dal pensiero al concretizzarsi delle cose, questo in certi casi destabilizza tremendamente, quindi ecco che entra in azione l’attenzione. Attenzione maggiore a cosa si sente dentro, a come si esprime l’emozione e a come questa poi si manifesta.

Un piano verticale del cielo alla terra,

una grande palla bianca rotola giù e palesa la nascita

Questa visione mi è arrivata un paio di giorni fa, credevo dovesse manifestarsi altro quindi ho atteso, ma continua a ripetersi davanti a me, per cui ho capito che il messaggio è già forte così senza aggiungere altro.

La Luna piena di questo mese è il 25 Dicembre, per quanto mi riguarda il 17 Dicembre c’è stata un’importante nascita, qualcosa però che non si è mostrato immediatamente, non ha dato voce di se perché attende con pazienza che noi, dopo questo sovraccarico energetico che stiamo ricevendo dal 12 Dicembre, cominciamo un po’ ad ambientarci e riequilibrarci.

Siamo nel clou della Rivelazione cari tutti, molte cose di noi tornano a presentarci il conto, a salutarci, a metterci alla prova offrendo infine una nuova prospettiva, nuove decisioni, nuove consapevolezze, nuove intenzioni.

RIVELAZIONE:

Manifestazione di fatti riservati o comunque nascosti,

difficilmente attingibili e disponibili.

Dunque al momento dobbiamo osservare con attenzione, dedicare questi giorni che precedono il 25 Dicembre osservando cosa emerge da noi così da essere sufficientemente vuoti e consapevoli per quanto si manifesterà poi.

Qualcosa si manifesterà e ognuno di noi lo vedrà, a proprio modo.

Le mie personali rivelazioni sono state forti, in questi giorni ho modo di comprendere davvero molte cose sul mio cammino, prendendo coscienza di ciò che desidero davvero fare, di ciò che ho sbagliato in precedenza, di ciò che avrei potuto fare e non ho fatto piuttosto che il contrario, questo per dire che nessuno è esonerato dalla rivelazione, a proprio modo tutti stanno sperimentando. Leggo in giro che la rivelazione spesso è intesa come un qualcosa di esterno che si manifesta, non credo, la rivelazione prima nasce da dentro e poi giunge fuori ecco perché stiamo ricevendo tutti questi input, per giungere alla comprensione di ogni cosa prima di vedere fuori quanto si manifesterà.

Un ordine perfetto che davvero strabilia.

C’è stato un forte strappo, da questo sono emerse verità quasi impronunciabili, ho compreso che nulla si cancella se non prima viene accettato e che per accettare è essenziale un grande atto di volontà, ho compreso che solo dal vuoto possiamo costruire e che per quanto possa intimorire questo è l’unico modo per farlo, ho compreso che prestare attenzione alle sfumature conduce al bandolo della matassa avendo modo poi di districarla così da trovare liberazione, ho compreso un’altra cosa:

Il COLORE!

Io vedo tanti colori osservando o pensando alle persone, il colore davanti ai miei occhi emette una vibrazione che mi consente di vedere chi mi trovo davanti, sabato però mi sono resa conto che spesso non si trasmette anche all’esterno tutto questo colore perché impegnati a seguire mode o ideologie errate, me per prima… mi sono guardata intorno e per la maggiore si va vestiti di nero o grigio. Mi ha rattristato vedere tanto colore nascosto da abiti scuri, io non bado all’apparenza, ma ho scorto discrepanza, dovremmo tutti viaggiare più colorati.

Ringrazio Fucsiaman per avermi fatto notare questa cosa che seppur esteriore trasmette o cela la nostra essenza.

La vibrazione sale e la Rivelazione si manifesta per poterci poi presentare la nascita che è ormai giunta.

Chiuderemo così questo 2015 segnato da grande lavoro e fatica, fatto di curve e salite, ma una volta raggiunta la vetta il panorama sarà davvero meraviglioso e lo vivremo appieno con il 2016 che a giorni ci abbraccerà con la sua grande aria di cambiamento e realizzazione.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

IL CERCHIO ASSORBE IL SUO OPPOSTO, SI APRE A META’ E MANIFESTA LA NASCITA

nascita

Far fronte a questa grande energia non è cosa facile, molte persone in questi giorni non sono in perfetta forma e altre si sentono emotivamente schiacciate senza comprenderne il motivo.

Dalla settimana scorsa, più volte durante il giorno, vedo un grande masso cadere dal cielo, nell’avvicinarsi capisco che non è una pietra bensì una formazione densa di energia che nel raggiungermi mi attraversa e un po’ mi destabilizza.

Ecco cosa a mio avviso sta accadendo, stiamo assorbendo questa energia e ognuno reagisce come meglio riesce, per il fisico risulta essere faticoso quindi può succedere di sentirsi stanchi e pesanti, la parte emotiva è toccata invece dal fatto che o si cade in uno stato catatonico di tristezza o si hanno alti e bassi estremi, insomma, per molti va così, chi più chi meno.

Ma va tutto bene!

E’ importante ricordarlo!

Stiamo attraversando giorni cruciali, le vibrazioni si alzano sempre più e il manifestarsi del Nuovo Mondo è davvero vicino.

Il momento della svolta è giunto, ogni tassello forma il disegno e lo completa, l’uragano si abbatte e porta al crollo di ogni facciata.

Niente resta impunito.

Niente resta incompiuto.

Nel tempo della rivelazione oltre che comprendere è essenziale accettare per evolvere.

Il momento della svolta è giunto, nel tempo della rivelazione oltre che comprendere è essenziale accettare per evolvere…

Un vulcano erutta e lascia colare la sua lava incandescente, consente il fluire

Nel mostrarsi ad alcuni induce dolore, ma dentro trova ristoro e liberazione.

Certi si scansano, altri vengono colti in pieno

Egli procede incessante fino a che la sua forza non si placa.

In questo momento, come in alto così in basso, come dentro così fuori, ogni aspetto della nostra esistenza vene rimesso in discussione, cambiamenti radicali, risvegli improvvisi, prese di coscienza sconvolgenti toccano ognuno.

Il terreno è pronto a dare i suoi frutti, a noi spetta solo coglierli.

Ma se nel comprendere continuiamo ad ostinarci e quindi non accettiamo quanto emerge non evolviamo e non raggiungiamo così quella che da sempre io definisco la meta.

Discernimento dunque, comprensione e accettazione devono viaggiare tenendosi stretta la mano perché questo è il tempo delle grandi verità e, bella o brutta che sia va accettata, elaborata e lasciata andare.

La grande pulizia è cominciata

 

La falce ripulisce tutto

 

Non risparmia nulla

Qualcosa di molto grosso ormai si è insinuato

 
Giunto invisibile pochi hanno notato

 

Adesso però essendo penetrato creerà una grande implosione

Da dentro l’oscuro sarà soffocato e da fuori la grande nascita si rende manifesta

La chiusura del ciclo si congloba con la nascita del nuovo

Il cerchio assorbe il suo opposto

Lo spacca

Lo assorbe e lo annienta rafforzandosi

Si amplia e aprendosi poi a metà porta la grande luce

Una forza densa e quasi invisibile

Tutto è pronto e anche noi dobbiamo esserlo perché i giorni che verranno porteranno con se il manifestarsi concreto del Nuovo Mondo.

Nessun timore se nel cadere le torri faranno gran rumore, tutto, proprio tutto sta volgendo al meglio per ognuno di noi.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

 

OLTRE IL PORTALE DEL 12 – 12 – 2015 L’ESPLOSIONE DEI SENSI

ESPLOSIONE DEI SENSI

Taluni hanno preso sottogamba il Portale che si è aperto ieri 12 – 12 – 2015, ma adesso sembra esserci stata l’esplosione dei sensi, mi avete scritto in tantissimi e tutti, con parole diverse, avete comunque espresso la stessa cosa.

Un’energia dirompente ci è letteralmente venuta addosso senza chiedere troppo il permesso, ci ha colto e avvolti interamente.

Alcuni già da qualche giorno avvertivano qualcosa di diverso, ma dopo ieri la conferma è arrivata. E a chi asserisce di non sentire niente… beh, sentirà in brevissimo tempo.

Ieri sono stata alla Sacra di San Michele, non potevo mancare a quell’appuntamento, da lì,o comunque da un posto poco distante che consente di vederla, partono le mie visioni e stare in quel luogo mi ha dato  modo di comprendere appieno la potenza di questo Portale.

Il fulcro di tutto risiede proprio nella Fiamma Divina presente in ognuno di noi, ieri è stato un po’ come togliere il bavaglio ad una voce che ha molto da dire ed esprimere, ora quella voce prenderà il sopravvento spegnendo definitivamente quella della mente, ecco che il cambiamento si concretizzerà in modo forte e soprattutto rapido.

Ritengo che alla luce di questo  meraviglioso fatto ci debba essere il più assoluto discernimento, non si può più soffocare la Fiamma, bensì darle voce un passo alla volta per evitare scelte azzardate che possano indurre in errore o a gesti sconsiderati data la situazione del momento.

Per questo ascoltare e pianificare in modo fluido ogni passo è essenziale così da muoversi senza azioni che ora come ora apparirebbero pesanti e goffe. Impareremo in breve a  destreggiarci nella quotidianità e giorno dopo giorno scorgeremo cambiamenti importanti e la Fiamma arderà sempre più.

Ecco la potenza di questo Portale.

La mente ha lasciato il posto di comando al Cuore, non ha avuto scelta.

La Fiamma prende il sopravvento e nel discernimento crea l’opportunità di esprimersi.

Nel tempo della rivelazione dell’essere non scorgiamo solo la reale natura delle persone, adesso la rivelazione consiste anche nel dare ascolto alla voce antica che ci rende vivi infinitamente.

Questa è l’esplosione dei sensi, la percezione e l’ascolto di tutto ciò che dentro chiede solo di farci Risplendere ed Evolvere.

Altre grandi energie arriveranno nei prossimi giorni, manteniamoci aperti e accogliamo tutto fluendo.

Questo fortifica ulteriormente quanto si manifesterà nel 2016, il crollo di ogni sistema fondato sulla menzogna, corruzione, ipocrisia e ambiguità, nel grande e nel piccolo, tutto questo sarà spazzato via in modo continuo e crescente fino a che non resterà traccia alcuna di tali viltà.

Tutto si svela e tutto si rivela. 

Intense le vibrazioni…

L’energia pressa e avvolge, dunque la Fiamma ora acquisisce una voce più alta e prende il sopravvento su quella della mente.
Il tempo della rivelazione porta alla comprensione di ogni cosa e nulla può più frenare il cammino evolutivo dell’essere.

È tempo di Risvegliarsi.

È tempo di Risplendere.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

MIRANDO AL CUORE, IL LUOGO SACRO DOVE LA FIAMMA RISIEDE

amazzone

Quanto amo questa immagine… mi riporta alle origini, le mie.

Lo raccontai poco dopo la nascita di questo blog in un articolo, in un cammino precedente sono stata questo, un’Amazzone, una donna selvaggia, con tante cicatrici, una di quelle che ascolta il vento e annusa la terra, di quelle che tra gli alberi di un bosco si mimetizza con la natura perchè ne è parte integrante, che osserva e lascia fare prima di mirare e colpire… questa parte di me mi accompagna costantemente e le devo molto.

Che strani giorni questi, la vibrazione si alza e la terra pulsa, il cielo parla e canta un canto antico, tutte le energie in fermento creano grande marasma interiore e portano al continuo rivelare di una natura spesso nascosta per bene, forse è per questo che in questi giorni il mio essere Amazzone richiama la mia attenzione, ma io qua non combatto nessuna lotta, non devo portare nessuna giustizia, io qua utilizzo il mio arco e le mie frecce per mirare alla Fiamma di ognuno e farla ardere… e questo non può essere nulla che si ricollega alla lotta, anzi!

LA VIBRAZIONE SI ALZA,

LA TERRA PULSA,

 L’ENERGIA SPACCA LA MATERIA.

Ci siamo, per quanto mi riguarda ci siamo, tutto ciò che per tanto, ardentemente abbiamo atteso ora è QUI.

Ecco perchè le ombre emergono, tutto segue un piano così perfetto che, come scrissi qualche giorno fa sulla mia bacheca di facebook è davvero disarmante.

Ma checchè se ne dica, e se ne dice a quanto pare, io ci credo, credo fermamente in me stessa e credo a quanto vedo… il mio è un dono che agli occhi di molti è preso per pura follia, ma va bene lo stesso, io ci credo e credo che da qua in poi ogni freccia scagliata non ferirà più, non ucciderà più.

Lo dico perchè ora siamo in risalita, stiamo tornando dall’inferno.

Dopo essere stati lì, quando si comincia a risalire, nulla più può toccare perchè la tempra, la consapevolezza, la volontà e la voglia assoluta di costruire sono così forti che nulla tocca, anzi, fortifica ulteriormente e da quelli che possono apparire come punti deboli si scopre invece di avere una grande energia vitale tale da rinvigorire lo spirito ancora di più.

Ma l’arco e le frecce servono, un tempo le utilizziavo in modo concreto, in questo cammino il mio arco e frecce sono un foglio e una penna… ops.. una tastiera e le dita, che consentono di espirmere quanto il Cuore mi trasmette, dunque miro sempre lì, al Cuore.

Il luogo Sacro dove la Fiamma risiede.

Beh, potrei definirmi un’Amazzone moderna dunque!

Ma resta un fatto, stiamo andando incontro ad un momento straordinario, il Portale del 12 Dicembre segna una grande rinascita, il prosegui della rivelazione dell’essere da un lato e il palesarsi in modo sempre più forte e costante del Nuovo Mondo e noi, tutti, siamo qui e posssiamo vivere appieno questo momento.

Per questo vedremo tante torri crollare e tanta voglia di costruire.

Queste le parole di una persona che ancora oggi ascolta il vento e annusa la terra.

Il linguaggio più antico di ogni conoscenza acquisita successivamente, mi basta, mi da modo di restare sempre in ascolto e di sentire il profumo della Nascita.

E questo è ORA.

Siate Luce!

Stefania Ricceri