IL SECONDO DEI SEI RINTOCCHI: LA FORZA

LA FORZA

Io sono la Forza.

Mi presento da dentro e salgo in superficie spinta dal crescente stimolo a manifestarmi.

Attirata dal cielo emergo e do voce attraverso i suoni, i fatti e le azioni che conducono al compimento.

Mi rivelo ora che le energie del cosmo mi accompagnano al di fuori portando lo sconvolgimento necessario per far nascere la nuova terra, stimolo l’essere a divenire l’abitante del giusto, del bello e del nuovo che riecheggia dalle antiche voci che, soffocate in tempi lontani, ora non si lasciano più occultare.

Io sono la Forza che riporta Giustizia e con la mia spada trafiggo il tratto di terra creando lo spazio per la grande nascita.

Io sono la Forza che avverti dentro e ti induce ad agire.

Arrivo dopo il Coraggio e prima della Volontà. Nel mezzo di questi Rintocchi sono la necessaria spinta a procedere affinché la Rivelazione si completi.

Io sono la Forza e nell’emergere dalle viscere ti avvolgo e ti tempro, ti preparo e ti induco ad agire per partecipare a costruire il nuovo che arriva dall’antico per amalgamarsi al contemporaneo.

Attraverso la Forza accetta quanto accade.

Attraverso la Forza accetta di mutare.

Attraverso la Forza agevola il penetrare della Nuova Materia.

Abbandonati e lascia che la Forza ti conduca alla Volontà.

Il mio Rintocco ti sconvolge e accarezza, ti sprona e coccola, ti svuota e riempie.

Io sono il secondo Rintocco, io sono la Forza.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

“RIVELAZIONE E SOVVERTIMENTO” LA VISIONE IN DIRETTA SU WEB RADIO 11.11, ECCO COM’E’ ANDATA

radio11-11

 

Quella di ieri è stata una piacevolissima serata, ringrazio ancora Antonio Fontana per avermi ospitato su Web Radio 11.11 e ringrazio tutte le persone che sono state in ascolto.

Per chi non ci fosse stato e avesse piacere di ascoltare la visione di cui ho parlato, ecco il link:

http://www.spreaker.com/user/webradio11-11/stefania-ricceri-rivelazione-e-sovvertim

Domani invece vi racconterò del Secondo Rintocco che parla di FORZA…

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

27/04/2016 ORE 21,30 – WEB RADIO 11.11 – RIVELAZIONE E SOVVERTIMENTO – FIAMMA DIVINA RACCONTA LA NUOVA VISIONE

nm

In giorni come questi tante sono le cose da raccontare, molteplici le informazioni ricevute, dunque approfitto, ospite di Antonio Fontana su Web Radio 11.11 racconto la visione, la percezione, il sentire dando, attraverso la voce, maggior vibrazione al messaggio.

Rivelazione e Sovvertimento

Parlerò della Nuova Terra, di tutto quello che sto vedendo in questi giorni, del Diamante e molto altro.

Esperienze profonde che avvalorano gli ultimi accadimenti avvenuti, messaggi e simboli nuovi che portano notizia di grande trasformazione e rinascita.

27 Aprile 2016

Web Radio 11.11

ORE 21,30

Vi Aspetto per trascorrere insieme una serata colma di energia.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

IL CANTO ANTICO SI È RISVEGLIATO E RIPORTA ALLA RADICE

origine

Di questi tempi emergono voci che dicono di essere i salvatori dell’umanità.

Bah.. Discernimento!

Ognuno salva se stesso se lo vuole e se ne ha il Coraggio.

Un messaggero porta notizia, consiglio, indicazioni. Ad ognuno sta scegliere se quello che sente gli risuona e da lì volgere al proprio cammino.

Chi sono io?

Un essere umano che vede e sente cose antiche e le racconta. Che attraverso i colori distingue le energie, che vede cose un po’ fuori dall’ordinario, che condivide qui con tutti e se richiesto racconta a chi chiede per se.

Quindi per questo mi definisco “messaggera”, ma solo per esprimere in una parola quanto mi arriva e sono.

Invece adesso va di moda innalzarsi a salvatori, parlare modernamente di un antico messaggio e allora Gesù diventa un “gran fico”, altri poi dicono di aver ricevuto il compito di salvare l’umanità.

Ma davvero funziona così?

Forse ho radici antiche per le quale avverto il richiamo, magari sbaglio, ma credo che non si debba continuare a imbrattare qualcosa di puro.

Qua si vuole andare avanti, rendere tutto “moderno”.

Per me il passo è da fare, sì, ma indietro.

Per me questa è l’unica via possibile per andare avanti.

Tornare alla radice, al messaggio antico, all’essenza.

Alla verità, alla bellezza.

Le stesse che sono state usurpate e sporcate ma che sono sempre state lì davanti ad ognuno di noi e che adesso esigono di essere viste e ascoltate.

Il cielo parla.

La terra parla.

Un canto antico che ci sta chiedendo di essere ascoltato perché vibra dentro ognuno di noi.

Ci vuole coraggio dunque!

Coraggio di accettare che andare avanti vuol dire fare qualche passo indietro e contemplare la bellezza e la verità che sono sempre state davanti ad ognuno di noi.

Andare avanti è osservare e ascoltare le antiche radici, smettere di voler inventare cose nuove… Non c’è nulla di nuovo, non perché non sia giusto, ma perché tutte le risposte sono già state scritte, raccontate, disegnate, tramandate.

Andare avanti vuol dire compiere i propri passi attraverso la saggezza antica e da lì riscoprire la bellezza, l’armonia, la Fiamma Divina che non è solo per pochi eletti ma che è presente in ognuno di noi.

Sta per giungere il tempo dell’antico che si unisce al contemporaneo. Un tempo per cui sulla base di ciò che sono stati gli insegnamenti ogni cosa prende vita e si manifesta in tutto il suo splendore.

La Radice, stiamo tornando alla Radice.

Il canto antico si è risvegliato e ora si fa ascoltare.

Il coraggio sta nel consentire che ciò avvenga.

Qualche passo indietro per poi contemplare l’infinito.

Alla luce di quanto “vedo” in questo momento queste parole perdono rilevanza, ma ho detto attraverso la mia bacheca di Facebook  oggi che stasera avrei pubblicato quindi mantengo la parola.

Per quanto riguarda ciò che percepisco, vedo e sento adesso, attendo che tutto si chiarisca e non mancherò di condividere quanto ricevuto con tutte le persone che seguono i miei scritti.

Grandi avvenimenti sono in arrivo, il Diamante spinge dal nucleo e il cielo lo attira in superficie…

Siate Luce!

Stefania Ricceri

GRANDE ENERGIA DI NASCITA PORTA REALIZZABILITA’

zero

È proprio questo il punto, non c’è niente da aggiustare.

Si rincorre il tempo tentando di aggiustare, no, ora si deve solo creare partendo da zero.

Quello zero interiore che chiede solo di emergere per poter finalmente risplendere, in tutta la sua bellezza.

Quello zero che volgendo all’esterno può solo manifestarsi in qualcosa di nuovo.

Qualcosa che esce totalmente dagli schemi del vecchio e che produce nuova linfa.

Il cammino conduce a questo.

La bellezza.

I sussulti interiori innescano percezioni, pensieri, desideri e progetti diversi, nuovi.

Per tutto ora la sensazione è di “realizzabilità”.

Stiamo stravolgendo ogni vecchio e precario equilibrio creando le basi per la nuova essenza.

Sento dentro grande fermento e rimescolio… D’altra parte la terra stessa sta manifestando se stessa così come da tempo racconto.

Ora ci siamo!

I giochi si sono chiusi e nell’osservare le proprie ombre ognuno si dirige verso la propria via.

Via che conduce verso l’ingresso al proprio cancello di destinazione.

Questa settimana manifesta grande energia di nascita.

Grandi eventi ci attendono.

Ogni nascita comporta dei dolori che se affrontati smettendo di opporre resistenza rende tutto più semplice.

Perdere il controllo in questo momento è la cosa migliore, affidarsi al proprio essere permette di far emergere il meglio.

Nulla viene per nuocere, ogni cosa, anche la più banale, ha motivo di essere per il completamento del cambio.

Ora siamo nella fase interiore che comincia, poco a poco, a manifestarsi fuori, ogni seme piantato in questo tratto comincia presto a germogliare.

La calda estate porta il palesarsi concreto della rivelazione consentendo di piazzare le basi per la costruzione di fondamenta solide.

Poi due importanti portali ci mostreranno il grande compimento mettendo a punto l’inizio del nuovo e la scissione dal vecchio.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

IL CONTO ALLA ROVESCIA SI AVVICINA SEMPRE PIU’ ALLO 0. IL DIAMANTE STA PER VENIRE ALLA LUCE.

This image shows the aftermath of the accretion of a star by a supermassive black hole. Black holes such as these lurk at the centres of many, if not all, galaxies, and can weight in at anything from a few tens of thousands to several billion times the mass of a single star. The star has been completely destroyed, its gasses mingling inside the giant accretion disc with those of previous stars which met the same fate. --- Image by © Mark Garlick/Science Photo Library/Corbis

Il conto alla rovescia si avvicina sempre più allo 0…

Conto alla rovescia, sì!

Fatti stravolgono i già precari equilibri.

Una linea sta segnando nuovi confini che debellano i limiti dell’essere e aprono le porte a qualcosa di mai visto, sentito, sperimentato.

Il movimento porta espulsione e assorbimento.

Scardina sistemi e induce a nuovi criteri.

La linea continua determina l’inizio veloce del nuovo e la fine lenta e soffocata del vecchio.

Stimoli portano altrove.

Dentro rimescolio manifesta fuori forme differenti.

Istinti sconosciuti si affacciano e sradicano da ogni abitudine apparente.

Luce abbagliante avvolge l’elica e la riempie di materia nuova che incandescente alimenta la Fiamma.

Fuoco Sacro pervade e sconvolge, irradia e tempra ogni forma vivente.

Il cielo parla attraverso forme e colori.

La terra parla attraverso boati e sussulti.

Unione potente induce al rivoltamento di ogni cosa.

Dentro si avverte spinta ad incamminarsi verso il proprio posto.

Ognuno dislocato in luoghi precisi porta avanti il compito Sacro.

I punti precisi stanno per essere rivelati. Ogni punto, collegato l’uno all’altro, crea un disegno Sacro.

Massima attenzione alla percezione e a ciò che si manifesta.

Un disegno ben preciso sta per essere completato.

Le radici affondano nella terra e abbracciano il Diamante che attirato dalle energie del cielo sta per venire alla luce.

L’inizio del nuovo tempo è qui!

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

LA DESTRUTTURAZIONE CI PORTA DA “REALE” A “DAVVERO”

DAVVEROQuando le cose si osservano da vicino appaiono distorte.

Qualche passo indietro è necessario, la visione d’insieme consente di acquisire la consapevolezza, attraverso la consapevolezza tutto si comprende e tutto si chiarisce.

Siamo in un momento di piena destrutturazione, ogni cosa dentro ognuno, attraverso la nuova materia che stiamo inglobando, viene totalmente scardinata e riorganizzata, si getta via l’immondizia, si pulisce e si colloca ogni nuova particella nella nuova struttura che poco a poco stiamo diventando.

Questo comporta fatica, ci si sente destabilizzati, centrifugati, come direi io: spettinati…

Ma il punto deve rimanere sempre ben messo a fuoco, tutto ciò che sta accadendo è dato dal fatto che stiamo entrando concretamente in una nuova situazione, non più quella che blandamente definiamo “realtà”, bensì siamo in procinto di attraversare le porte del “DAVVERO”…. molto diverso da reale, perché ormai si è capito, reale spesso è illusorio, “DAVVERO” invece è ciò che è, in tutto il suo splendore.

Questo concetto me lo ha spiegato qualche mese fa uno dei Guardiani del Nuovo Mondo attraverso un lungo scritto che feci sotto sua dettatura, ho raccontato di lui in passato in vari articoli e adesso sento profondamente il senso di quelle parole.

Non c’è scampo a questo processo, non c’è scorciatoia, non c’è una via preferenziale, ognuno si sta dirigendo verso la soglia del proprio cancello, da quale lato questo sarà lo comprenderemo di certo una volta attraversata quella soglia.

Ora però torniamo alla destrutturazione.

La sensazione può essere opprimente, schiacciante, ciò deriva dal fatto che molta polvere viene gettata negli occhi e si fatica un po’ a compiere i passi, ma vero è che se solo si restasse sempre pienamente consapevoli di quanto accade, quanto meno ci si abbandonerebbe al flusso e si procederebbe in totale fiducia… invece le cose non vanno sempre così.

Perché?

Perché ancora si presta ascolto alla paura.

La paura devasta l’essere che tenta di tenere tutto sotto controllo senza capire che sotto controllo non si può tenere nulla.

Questo appartiene al concetto di “realtà”, non è così “DAVVERO”.

Nella realtà solo l’idea prettamente mentale che qualcosa di brutto possa accadere mette tutto l’essere in allarme, ogni cosa diventa pericolosa, rischiosa.

Ma questo accade perché ci si fa risucchiare dall’illusione reale e non ci si abbandona al flusso.

Mollando un po’ la presa si ha la possibilità di fare qualche passo indietro, in questo modo le cose appaiono molto diverse da come sembrano, si possono definire forme, colori, consistenze, sfumature, odori, udire suoni nitidi.

Ora siamo a questo.

Il fomentare paura crea idee limitanti, crea una realtà in cui si presta attenzione a come ci si muove cadendo rovinosamente dentro un fosso colmo di fango che si appiccica addosso e non consente di riprendere fiato.

Paura, di cosa?

Di un’idea… paura di qualcosa che è solo dentro la mente e che fa catalogare la cosa come “reale”.

Già, ma i fatti brutti accadono, le guerre, le malattie, la politica corrotta, il denaro che manca, il lavoro precario… possiamo aggiungere all’infinito.

Il punto è proprio questo, bisogna smettere di guardare fuori dalla finestra e cominciare a guardare nella propria casa senza restare fissi nell’angolo dove il buio sembra buio pesto e dove ogni forma viene distorta confondendo e destabilizzando.

Restare al centro di sè essendo simultaneamente al centro del centro di sè, l’unico punto in cui tutto offre una chiara visione e una piena comprensione.

Ecco, quello è il punto in cui finisce “reale” e comincia “DAVVERO”

Siate Luce!

Stefania Ricceri