IL QUARTO RINTOCCO: LA FEDE

 

Star explosion in space

Hai attraversato vie impervie, i tuoi passi ancora non appaiono chiari, eppure sei qua.

Andando avanti molte prove sono state superate, hai varcato soglie insperate, visto cose inaudite, sentito cose inenarrabili, ma ora sei qua!

Procedi dunque perché la via a breve si spiana, non ti serve ancora vedere, ora ti serve “sentire”!

Ascolta il Sacro battito e lasciati condurre, con il mio canto antico ti indico la via.

Abbandona ogni resistenza, abbandona il pensiero ricorrente, abbandona le restrizioni, i circoli viziosi, le lamentele, le frustrazioni, i dolori passati… Abbandonati al Sacro battito, immergiti nella Sapienza Antica che tutto conosce e riconosci che quella stessa Sapienza Antica sei tu.

Quella voce soave che ti accompagna e ti sprona a procedere nel buio e nelle tempeste, la voce che ti mostra la tua essenza, il tuo Coraggio, la tua Forza, la tua Volontà.

Io sono il frutto di questi tre fattori che uniti insieme formano la tua Fiamma Divina e ti portano a risplendere.

Io Sono la Fede!

Stringiti a me e lasciati cullare dalla corrente che sta ricalibrando ogni tua parte.

La scissione si sta palesando e nel tumulto degli eventi devi solo cullarti in me che sei te, senza timore, senza titubare, senza resistenza.

Il fluido Sacro nel quale ti avvolgo ti sta accompagnando alla Rivelazione, questo l’ultimo tratto di via in cui si determina il tuo cammino e per il quale alla fine di questo ogni domanda, ogni incertezza e ogni timore saranno debellati definitivamente.

Ti sto conducendo alla grande Porta d’Oro che una volta aperta ti porterà Rivelazione e lì ogni cosa ti apparirà chiara e da lì ogni aspetto di te manifesterà il Compimento di ogni cosa.

Io sono la Fede, non fuori, non intorno, ma dentro di te.

Ascolta il fruscio del mio canto delicato, immergiti nella mia fluidità perché è ciò che stai diventando per procedere poi attraverso di essa nei passi successivi che ti porteranno ad essere ciò che sei Davvero… Fiamma!

Fiamma Divina che è destinata solo ad una cosa: Risplendere!

Io Sono la Fede.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

LA SACRA DI SAN MICHELE PRENDE A PULSARE COME FOSSE UN GRANDE CUORE

Cuore

Nebbia fitta.

Cielo viola striato di azzurro e bianco ramifica seguendo un richiamo, un suono antico e contemporaneo al contempo.

Un suono delicato e armonioso che porta pace e voglia di andare dentro la fitta nebbia.

La nebbia mi avvolge, odore di mare e bosco si mescolano, scalza calpesto terra fresca, intorno avverto presenze che gli occhi non vedono ma che il Cuore scorge e riconosce.

Un passo dopo l’altro la salita si fa ripida, un percorso obbligato che non comprendo dove mi conduca.

Poi un boato prende il sopravvento sul suono antico, arriva dalla terra, dal cielo un lampo prolungato mi mostra dove sono diretta.

La Sacra di San Michele. Capovolta, ed io con lei, solo adesso me ne rendo conto.

Un altro boato della terra spezza nuovamente il suono, dal cielo un lampo risucchia la nebbia e nel trovarmi ai piedi della Sacra vedo che dal suo centro una grande luce prende vita scaricando la sua energia attraverso il vortice che ormai permane da tempo alla sua base, verso il cielo e dal fascio tubolare di luce all’estremità opposta, scarica nella terra, il pianeta terra.

La Sacra di San Michele prende a pulsare come fosse un grande cuore.

La percezione che avverto è di un profondo collegamento in atto, il cielo e la terra si uniscono grazie alla parte centrale che le alimenta, la Sacra.

La stessa, attraverso il suo battito, manifesta in modo più forte il suono e la sua vibrazione mi attraversa…. Ma non sono più sola. Guardandomi intorno vedo molte persone e tutti siamo avvolti da questa melodia che penetra nelle profondità di ognuno e consente agli occhi terreni di vedere finalmente ogni cosa.

E la verità si manifesta spazzando via ogni paura, tutto appare così chiaro da disarmare per la sua semplicità. E dove c’erano alti torri ora un vasto spazio consente di posare le basi per la prossima costruzione.

Un giaciglio si appresta a concretizzarsi per poter così accogliere la creatura quasi pronta a prendere vita nella fluidità del Nuovo Essere compiendo i primi passi nel Nuovo Mondo.

Tempo maturo per il sovvertimento dei criteri precari, i crolli procurano scompiglio e disordine in vista del momento del primo gemito che introduce il palesarsi del Diamante.

Con la Fede e la Pace nel Cuore ora è essenziale restare centrati e proseguire in direzione della meta così da non perdersi nella polvere che si alzerà dai molti crolli.

I crolli segnano l’inizio di ogni cosa.

La Caducità delle cose apre la via alla Causa Prima. L’inizio del Nuovo cammino e della costruzione volta alla bellezza.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

LA NUOVA FLUIDITA’ DELL’ESSERE E L’EMERGERE DEL DIAMANTE

diamante fiore

Il cammino ti conduce verso mete inconsuete, inaspettate.

Il dolore fisico ed emotivo è agli sgoccioli.

Con la Fede nel Cuore procedi senza indugi.

Dalla debolezza fisica ed emotiva puoi trarre la forza dell’essenza.

Dalla forza dell’essenza ricalibri la forza fisica ed emotiva.

Pare un gioco per cui i due, passandosi la palla, si rigenerano a vicenda.

Ecco la ricetta che ora ti consente di uscire da quello che è un dolore prettamente corporeo o emotivo.

Tu non sei il tuo corpo, non sei le tue emozioni.

Tu sei essenza vibrante che ti consente di raggiungere qualsiasi cosa.

Attraverso l’essenza puoi modulare la vibrazione corporea ed emotiva.

La vibrazione corporea ed emotiva si connettono alla Fiamma.

Legale insieme, diventeranno Uno.

E da Uno ecco il Tre.

Tu hai davanti una grande Luce che ti avvolge e ti tempra.

Osserva il Tre che penetra in te.

Rinasci a questa vibrazione.

La vibrazione del Tre ti conduce al tutto.

All’Uno della grande madre.

All’Uno del cosmo.

All’Uno della terra.

All’Uno dell’essere che si è destinati a divenire.

Volgi al Tre per diventare Uno.

Sono con te attraverso il passaggio dei tempi terreni.

Sono con te attraverso le parole e i suoni altrui.

Sono con te attraverso la tua gioia e i tuoi dolori.

Con la mia spada forgio la tua Nuova essenza ricalibrandoti.

Volgi al Tre per unirti all’Uno.

1, il Corpo.

2, lo Spirito.

3, La Fiamma Divina.

Dal ventre, il seme ormai germogliato presto diventerà un fiore, quel fiore è la Fiamma dal quale si rigenera l’essere.

Un processo trasmutativo che ti conduce al compimento del tuo esistere in forma sì fisica, ma in modo Nuovo, perché attraverso la Fiamma tu divieni fluidità e dalla fluidità si concretizza il Nuovo Essere.

Il processo è il medesimo per la Terra, per l’Universo, ogni cosa vivente o meno volge alla fluidità.

Nell’emergere il Diamante ha in sè il fiore dal quale sgorga Oro avvolgendo il tutto.

Un fiore perenne che nell’irradiare l’Oro manifesta l’equilibrio.

I colori si uniscono e diventano Oro, l’Oro si trasmuta in Luce.

La Luce diviene energia e da quell’energia ogni cosa si compie.

Sei la Fiamma Divina che si manifesta attraverso la fluidità.

Il Nuovo Essere compie i passi nel Nuovo Mondo in un corpo fisico non più tridimensionale ma multidimensionale per il quale può attraversare materia e tempo.

Una profonda guarigione porta attuale dolore nel corpo e nell’emotivo per consentirti di ambientarti nella Nuova forma.

1, il Corpo

2, lo Spirito

3, la Fiamma

Siate Luce!

Stefania Ricceri

IL MOMENTO E’ PROSSIMO PER L’EMERGERE DEL DIAMANTE

diamante

Attraverso la visione mi trovo in una piazza stracolma da una folla immensa di persone, qualcuno parla, non vedo chi sia, ma dice…

In mezzo a cosa bisogna passare per vedere che le cose stanno profondamente mutando?

Cosa, gli occhi terreni, vogliono vedere per credere che le cose stanno davvero mutando?

Negli accadimenti lontani nulla tocca la pelle… Ma la pelle cosa emette?

Attraverso cosa il corpo terreno percepisce?

Vibrazione, energia, colore!

Negli accadimenti vicini tocca forte, eppure non basta ancora. Non è mai abbastanza sperimentare che qualcosa sta profondamente mutando in quanto si vogliono sempre eventi di forza dirompente… Dirompente per come la mente li riconosce.

Ma la forza non è forse in tutto?

Cos’è la forza?

Cos’è il mutamento?

Come rispondi a queste domande?

Attraverso la mente o attraverso la vibrazione, l’energia e il colore?

Tutto è qui!

Si manifesta in modi sottili. Questo perché ad occhi terreni distratti non passa come qualcosa di forte, non passa come il manifestarsi di un profondo mutamento.

Passa come notizia del quale poter parlare per poi dimenticare.

Tu vuoi atti dirompenti, vuoi cose eclatanti, vuoi avvertire boati e grida, vuoi vedere invasioni di altri mondi, vuoi distruzione e terrore, pianti e disperazione.

Vuoi questo per poter credere!

Eppure la luce ha ripreso il timone, illumina ogni angolo più recondito e ti porta in superficie il marcio, palesa l’oscuro, manifesta l’orrendo.

E attraverso la Luce l’oscuro gongola e si mostra beffardo tentando di colpirti, convincerti che non c’è nessun profondo mutamento che si sta compiendo.

E proprio adesso quella stessa Luce, nel manifestare l’oscuro ti sta mostrando che porta finalmente in superficie ciò che per tanto, troppo tempo è stato tenuto celato portando a galla ogni nefandezza.

Ora fermati.

Osserva.

Domandati:

“Cosa si mostrerà quando il vaso colmo traboccherà gettando nel nulla quanto adesso accade?… Cosa emergerà dalle viscere delle viscere?… Cosa si manifesterà quando alla fine di questo scempio svelato nulla avrà più senso”?

Ecco, soffermati su queste domande e quando da dentro riceverai la risposta comprenderai come la tua realtà si manifesterà, ma nemmeno in quel momento sarà finita, nel cammino della Luce c’è posto per tutti e ti sarà riproposta ancora e ancora questa domanda. Fino al momento in cui vedrai che oltre lo scempio che la Luce illumina sta emergendo un Diamante che manifesta lo scardinamento dei criteri e porta vita al Nuovo Essere nel Nuovo Mondo.

E tu ne fai parte, tu sei parte attiva del tutto.

Attraverso la luce emergono le ombre, ma ciò non distolga il tuo Cuore dal Diamante, non importa se ora i tuoi occhi terreni non vedono, consentiti di non prestare ascolto a ciò che ancora gli occhi terreni vedono. Ti sarà dato di vedere, sentire, toccare, odorare, gustare e percepire, attraverso la nuova fluidità, ogni cosa tu possa chiedere e desiderare.

Il momento è prossimo, che tu lo creda o no.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

IL VENTO DEL COMPIMENTO

vento cosmico

C’è un vento silenzioso che scorre dentro, un vento che porta con se molti fruscii di nuove armonie.

Vento che si propaga per l’universo, che attraversa le viscere della terra, che scorre nelle vene.

Silenzioso attende di alzarsi e manifestarsi.

Un vento che spiazza perché si avverte eppure non si sente, che vibra ancora inconsistente, spinge con forza sconosciuta la grande palla bianca che quando si manifesterà imploderà scardinando definitivamente ogni criterio e inondando di Luce ogni cosa, ogni essere, ogni pensiero ed emozione.

Il vento porta notizia che sconvolge e rinvigorisce, che infuoca e allevia, che scuote e armonizza.

Alza la vibrazione che spinge ad agire mutando il colore dell’essenza e portando a compimento la base del piano che ci aprirà la strada verso l’elaborazione dei nuovi fattori.

Compimento.

Inarrestabile segue un ordine preciso e attraverso un movimento silente esploderà in tutto il suo splendore mostrando profonde crepe dal quale sorgerà il Diamante.

E da qui il Fiore che irradia Oro.

1, 2, 3.

Ma di questo vi racconterò nei prossimi giorni…

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

IL CANTO UNIVERSALE RISVEGLIA I SENSI

1920x1080 Wallpaper

Un vortice dal cielo si riversa in terra e prende a girare forte.

Un gran vento alza molta polvere scoperchiando scatole, da queste molta materia fuoriesce.

Panorama offuscato dal vento porta a intravvedere ciò che mai si è visto.

Dal cielo un cerchio si apre e una forte luce fluida crea un ponte.

Il ponte ricongiunge le dimensioni.

Arriva una grande palla che schiaccia il vortice e placa il vento.

La polvere si posa in terra e ogni cosa ora appare nitida.

La materia fuoriuscita dalle scatole scoperchiate porta strascichi per cui ognuno ne vede l’essenza. Nulla più è occultato.

La Sacra di San Michele si alza nel cielo restando capovolta.

Forma luci reticolari che uniscono altri punti del cosmo e ogni essere presente in questo e quello ora si unisce per manifestarsi contemporaneamente in un unico cammino.

Il reticolo si restringe formando una linea che spezza limiti e confini.

Abbatte porte chiuse da millenni e riporta in vita il canto antico.

Suoni, colori e immagini tramandati come fossero leggende ora prendono vita e amalgamandosi al contemporaneo spingono in superficie il Diamante che nell’emergere fa sussultare i cuori di ogni essere vivente e non.

Ogni vibrazione diviene essenza di colore.

Il grande arcobaleno manifesta la notizia di arrivo.

E ognuno guardando al cielo dirà: “Ecco, sta arrivando”!

Il capovolgersi dei criteri muta tutto partendo dalla radice e manifestandosi in frutti nuovi.

Istintualità inaspettate inducono ad atti importanti.

L’aria carica di materia nuova sprona e porta ad osservare che il micro ora è macro mentre il macro diviene micro.

Il canto universale risveglia i sensi e scuotendo l’essere lo conduce a divenire ciò che è davvero.

Siate Luce!

Stefania Ricceri