IL SESTO E ULTIMO RINTOCCO: IL COMPIMENTO

Compimento

Arrivo con un forte soffio divino che ti fa sobbalzare spingendoti in avanti.

Io giungo dopo la Rivelazione e ora manifesto fuori quanto hai espresso dentro.

Attraverso la scossa della Rivelazione il senso di profondo ti ha pervaso, ora tocca a me e ti spingo in avanti, ogni energia, ogni pensiero, emozione, azione. Butto tutto fuori e porto disordine.

Un disordine che costringe all’azione dell’ordine.

Un disordine che porta risoluzione, che induce al movimento, che non consente stasi.

Un susseguirsi di eventi manifestano tutto il cammino accumulato fino qui.

Mi presenterò con ogni aspetto che mi ha portato a maturazione, spezzo il tempo lineare e creo ramificazioni dello stesso che penetrano nelle viscere di ogni essere, vivente e non.

Avrò in me Coraggio ,

Forza,

Volontà,

Fede.

Rivelandomi esploderò fuori e ridiscenderò nel vuoto che hai creato dentro di te risanando completamente ciò che sei….

… E se attraverso i passaggi che hai attraversato quel vuoto non ci sarà, con forza avvolgerò le mie ramificazioni scardinando e annullando quanto hai voluto trattenere.

Sarò dirompente e senza tregua non lascerò la presa fino a che ogni cosa sarà ben visibile alla luce del sole.

Io Sono il Compimento e alla fine di questo  processo ti mostrerò una via, la tua.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

LA NUOVA MATERIA PRENDE FORMA.

materia nuova

Sole caldo.

La terra spaccata lascia un vuoto che viene colmato da acqua nuova.

L’acqua nuova scorre e fluisce, al suo interno formazioni gelatinose a forma romboidale, come due piramidi unite, emettono luce cristallina a contatto con il sole.

Il tempo lineare si spezza formando ramificazioni che portano avanti e indietro consentendo l’osservazione e la comprensione.

Da dentro a fuori e da fuori a dentro, la grande ruota prende a girare e riflette raggi dorati.

L’elica è pronta, si ferma e si distende, i raggi dorati penetrano attivandola e questa, riacquisendo la forma originale, prende a girare in senso contrario.

Si uniscono le informazioni antiche alle contemporanee.

La tecnologia consente alla sapienza eterna di esprimersi.

Ecco l’unione che manifesta il tre.

La materia si fonde con l’eterico mostrando il nuovo essere fluido.

Fisico, sì, ma fluido.

La materia nuova prende forma attraverso il completamento del ciclo.

La Forza del Diamante impregna l’essere, la nuova acqua alimenta la vita che connessa al cielo consente l’espansione.

Che non turbi il ribollire, non si tema l’accelerazione del Sacro Battito, non si contrasti la pressione.

Opporre resistenza non cambierà i fattori, il momento è giunto.

Ecco ora visibile la soglia.

Tre saranno a breve le spinte, ognuna mostra in modo crescente e completo il senso di ogni cosa.

Le tre spinte, una volta completate mostreranno il terreno libero che consente la posa delle fondamenta.

Le fondamenta del Nuovo Mondo.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

LA NASCITA DEL DIAMANTE

nuovo mondo

Attraverso il silenzio comprendo…

Eppure qualcosa è cambiato, non si può dare definizione a questo qualcosa, lo possiamo chiamare energia, che penetra e muta le forme, dona colore, armonia, movimento, fluidità.

Qualcosa è cambiato, lo si avverte dall’aria, dal proprio sentire, le proprie emozioni… Emozioni che esplodono e, in un verso o nell’altro, appaiono come un fiume in piena.

Lo si avverte dal gusto che cambia, dall’udito che si acuisce, dal tatto che avverte sottili vibrazioni in modo sempre più crescente.

Si avverte dentro, attraverso una sensazione indefinibile che procura picchi di gioia e tristezza, euforia e malinconia, pienezza e vuoto totale che disorienta… Eppure quel perdersi è ritrovarsi, riconoscersi, risvegliarsi, ricordarsi, ridestarsi.

Un’altalena di emozioni che portano ad apparire come smarriti pur essendo su una via ben chiara.

Tratti si definiscono con estrema chiarezza, talmente tanta da far fatica a riconoscere cosa mostrano perché induce a comprendere che ciò che si osserva non si è mai visto prima.

Questo è un legame che si è consolidato attraverso la grande energia che ci sta accompagnando al tempo della via.

Un legame che dalle viscere emerge tornando ad intonare il suo canto, un canto che si lega al ritmo presente e che uniti creano l’energia del Nuovo Essere, la vibrazione del Nuovo Mondo.

Ecco dunque che ora l’antico si amalgama al contemporaneo e il disegno volge al completarsi.

Questo era doveroso raccontarlo prima di riportare la visione, un’esperienza che ho preferito assorbire del tutto prima di raccontarla così da tentare di esprimere appieno, attraverso le parole scritte, quanto trasmette.

Per un certo periodo ho visto la Sacra di San Michele rovesciata, con il trascorrere del tempo nel suo pulsare mi ha riportato alla quiete prima della nascita, il silenzio preparatorio ad un grande evento, la vita.

7 Agosto 2016

Un richiamo mi catapulta lì, la Sacra di San Michele, ciò che trovo è ben diverso da ciò che ho lasciato l’ultima volta, non è più rovesciata. Il silenzio dona Pace assoluta, l’aria è colma di energia che in lontananza mostra zampilli di colore spumeggianti, il cielo limpido ha colori che vanno dal rosa al blu, un ampio fascio luminoso si perde nelle profondità della stesso e questo fascio parte da lì, dalla Sacra di San Michele, ora appare nuovamente dritta ma aperta in due, nel centro, a forma ovoidale, un profondo e ampio spazio crea un giaciglio colmo di fili luminosi come fossero fieno, ma di colore bianco brillante. Fili vivi che scaldano e accolgono un maestoso Diamante. È di consistenza morbida, gelatinosa, fluida, una limpidezza assoluta consente di vedere ogni sfaccettatura in modo chiaro e ognuna di esse riflette colori meravigliosi che si espandono nell’ambiente donando al tutto immagini uniche. Dal suo centro nasce il fascio luminoso che pulsando trasmette la sua vibrazione al cielo. Vibrazione che attraverso i colori dei suoi riflessi crea ponti che toccano la terra risanandola e toccando l’essere completano il processo di mutamento, inducendo l’elica a collegarsi al suo grande Cuore unendosi così in una danza delicata e armoniosa che trasmette messaggi di nuova linfa consentendo all’elica di fermarsi, distendersi per cominciare poi a girare in senso opposto. L’attivazione ora si completa.

Il Diamante è nato.

Il Nuovo Mondo è nato.

Il Nuovo essere è nato.

Consentiamo l’assestamento, la fluida vibrazione ci accompagna al Compimento, la via che per ognuno si apre indicando la realizzazione del cammino.

Nelle scosse del corpo non temete.

Nelle scosse della Fiamma Divina non titubate.

Nelle scosse degli eventi non disperate.

Tutto è perfetto.

Siate Luce!

Stefania Ricceri